Cerca nel sito

Per ricevere info:

Email:
Nome:
Dove si terranno le prossime olimpiadi estive?

Informazioni:

Ufficio CUS Insubria:
Via Monte Generoso 59 · Varese

Palazzetto Sportivo

cus@uninsubria.it
cusinsubria@legalmail.it
tel · 0332 219895

tel · 0332 219896

fax · 0332 219898


Sede legale:
Via Ravasi 2 · Varese

CF 95029780129

PIVA02501940122


 
 

facebook

foto

youtube

twitter


Sport News a Varese

Sport News a Como

  • Mia può indossare le vesti del killer Se vince con Cremona la condanna

    La Vanoli deve assolutamente far risultato per conservare speranze di salvezza.

    Potrebbe essere Cantù l’esecutrice materiale dell’omicidio di Cremona. Perché se la Mia andasse oggi (palla a due alle 18.15) a imporsi al PalaRadi - e al contempo Pesaro facesse risultato a Pistoia - per la Vanoli si sancirebbe la morte sportiva. Concetto quest’ultimo che, tradotto in soldoni, significa matematica retrocessione in serie A2. Ma pure se la Consultinvest - che vanta 4 lunghezze di margine sulla cenerentola cremonese - dovesse arrendersi alla The Flexx, l’eventuale successo dei biancoblù nei dintorni del Torrazzo rappresenterebbe comunque una mazzata tremenda per la formazione di coach Lepore. Che non sancirebbe ancora ufficialmente la discesa di un gradino, ma che di fatto la renderebbe assai certa. Insomma, la Mia rischia di passare per carnefice delle residue, pur per quanto legittime, speranze cremonesi di salvezza.

    La Mia ha fatto una fatica bestia anche nel match d’andata a Desio, prevalendo di strettissima misura (72-71) grazie a due personali di Dowdell in prossimità della sirena.

    Rispetto a quel giorno, era il 27 dicembre scorso, la Vanoli ha cambiato la coppia di playmaker sostituendo lo statunitense Tu Holloway con il connazionale Darius Johnson-Odom e il giovane Andrea Amato con l’italo-argentino Matias Ibarra. Inoltre, ha recuperato l’esterno italo-americano Matt Carlino che aveva saltato quella sfida per un infortunio muscolare.

  • Gallo: «Salvezza e playoff Traguardi impensabili a luglio»

    La felicità del mister del Como: «Se poi si vince anche non giocando bene il segnale è fortissimo»

    Mister Fabio Gallo si ricompone. Aveva terminato la partita in maniche di camicia, si presenta in sala stampa con la cravatta e giacca in ordine.

    Del resto, c’è una qualificazione matematica ai playoff da celebrare: «Sì, perché la quasi certezza è arrivata a tre giornate dalla fine, la certezza definitiva a due. Due traguardi impensabili a luglio: prima la salvezza, poi i playoff: magari non sono bravo a trasmettere questa gioia, ma dentro di me c’è, ve lo assicuro».

    Vittoria, playoff e un sesto posto avvicinato, una giornata importante sotto tutti i punti di vista: «Se poi si vince anche a fronte di una prestazione non eccellente, perché bisogna dire anche questo, vuol dire che stiamo dando un segnale fortissimo. Tra l’altro è stata una partita ribaltata, in cui eravamo in svantaggio, dopo aver subìto uno dei gol più assurdi dell’anno, praticamente a difesa schierata, con un solo errore di posizionamento di Nossa».

  • Pallanuoto Como a valanga Como Nuoto di misura ma vale tanto

    A segno le due formazioni comasche: la capolista liquida Modena in trasferta 16-5, l’altra prevale sulla quotata Bergamo (6-5) blindando il secondo posto.

    Entrambe vittoriose le squadre comasche nel campionato di serie B di pallanuoto. Dopo la pausa di Pasqua la Pallanuoto Como riparte con un successo fuori casa contro Modena con il risultato di 16-5. Sarebbero bastate le 7 reti messe a segno da Sebastian Susak per battere Modena...

    Risultato ovviamente mai messo in discussione. La Pallanuoto Como rimane concentrata per tutti e quattro i tempi non dando mai possibilità al Modena di riaprire la partita.

    Adesso i ragazzi di Trumbic continuano il lavoro di avvicinamento alla fase finale del campionato che non sarà per niente scontata anche ritrovandosi nel ruolo di capolista.

    La Como Nuoto si impone 6-5 sulla Pallanuoto Bergamo. Apprensione nei secondi finali: Baldi sbaglia l’uomo in più e la Como Nuoto esulta. I playoff non sono una chimera, Bergamo ormai è lontana in classifica...