Cerca nel sito

Per ricevere info:

Email:
Nome:
Dove si terranno le prossime olimpiadi estive?

Informazioni:

Ufficio CUS Insubria:
Via Monte Generoso 59 · Varese

Palazzetto Sportivo

cus@uninsubria.it
cusinsubria@legalmail.it
tel · 0332 219895

tel · 0332 219896

fax · 0332 219898


Sede legale:
Via Ravasi 2 · Varese

CF 95029780129

PIVA02501940122


 
 

facebook

foto

youtube

twitter


Sport News a Varese

Sport News a Como

  • Il Como in casa vince in rimonta Con Cicconi e Gentile (doppietta)
    Nel turno infrasettimanale di campionato la squadra lariana va sotto 0-1 poi vince 3-1 contro il Villafranca.

    COMO-VILLAFRANCA 3-1

    Marcatori: Fittà al 1’, Cicconi al 29’, Gentile al 42’ pt; Gentile su rig. all’11’ st.

    COMO (3-5-2): Bizzi; Sbardella, Borghese, Toninelli (dal 38’ st Anelli); Fusi (dal 33’ st Loreto), Valsecchi, Bovolon (dal 26’ st Raggio Garibaldi), Gentile, Di Jenno; Cicconi (dal 17’ st Gobbi), Dell’Agnello (dal 17’ st Gabrielloni). A disposizione: Tonti, Bonanno, Piu. All. Banchini.

    VILLAFRANCA (4-3-3): Martello; Turrini, Pellacani, Andreis, Avanzi (dal 13’ st Porcelli); Bortignon (dal 26’ st Menolli), Fittà, Tanaglia; Elefante (dal 13’ st Matei), Pape, Ratti (dal 12’ st Guerrini). A disposizione: Panuccio, Menolli, Parol, Elia, Abbate. All. Facci.

    Arbitro: Taricone di Perugia.

    NOTE - Spettatori: 700 circa. Espulsi: l’allenatore in seconda del Como, Cau, al 2’ pt, Pape al 28’ pt, l’allenatore del Villafranca, Facci, al 31’ pt. Ammoniti: Pape, Turrini, Valsecchi, Pellacani, Sbardella, Andreis. Angoli 7-2.

    Di seguito la cronaca della partita (dal basso in ordine cronologico)

    50’ - Finitaaaaaa!!! Il Como vince e resta a -2 dal Mantova. Domenica trasferta sul campo della Virtus Bergamo.

    45’ - Cinque minuti di recupero.

    38’ - Nel Como esce Toninelli, al suo posto Anelli.

    36’ - Bella palla di Gobbi per Loreto a sinistra, tiro e parata di Martello.

    33’ - Nel Como è il momento di Loreto, che entra al posto di Fusi.

    31’ - Colpo di testa di Gentile, palla centrale e parata del portiere avversario.

    30’ - Succede poco in campo, Gobbi prova a farsi vedere. Chance per Gabrielloni, ma è in fuorigioco.

    26’ - Ancora cambio Villafranca: fuori Bortignon, al suo posto Menolli. Nel Como esce Bovolon, sostituito da Raggio Garibaldi.

    23’ - Cambio Villafranca: fuori Pellacani, dentro Amoh.

    20’ - Errore di Sbardella a centrocampo, palla regalata a Matei che impegna in diagonale Bizzi.

    17’ - Doppio cambio nel Como: escono Dell’Agnello e Cicconi, al loro posto Gabrielloni e Fusi.

    13’ - Escono anche Elefante e Avanzi, al loro posto Matei e Porcelli.

    12’ - Nel Villafranca esce Ratti, al suo posto Guerrini.

    11’ - GOOOOOLLLLL!!! - Stavolta Gentile non sbaglia! 3-1 per il Como!

    9’ - Rigore per il Como! Fallo di Avanzi su Cicconi, una spinta. Sul dischetto Gentile.

    5’ - Il primo tentativo della ripresa è di Cicconi, il migliore del Como: diagonale rasoterra da sinistra, palla fuori.

    1’ - Inizia la ripresa!

    CRONACA SECONDO TEMPO

    46’ - Finisce il primo tempo, Como in vantaggio 2-1.

    45’ - Un minuto di recupero prima dell’intervallo. Ancora una bella palla di Cicconi a centro area, girata di Dell’Agnello e palla fuori di poco.

    43’ - GOOOOOOOOOOOOLLLLL!!! - Raddoppio del Como! Cicconi da destra serve in area De’’Agnello, sponda di testa per Gentile che batte Martello da due passi per il 2-1!!!

    37’ - Sesto corner per il Como... nulla di fatto.

    33’ - Ci prova Cicconi dal limite, palla alta.

    31’ - Espulso anche l’allenatore del Villafranca, Facci, per proteste.

    29’ - GOOOOOOOLLLLLLL!!!!! - Gentile dal dischetto di fa parare il rigore, interviene di testa Cicconi per l’1-1.

    27’ - Rigore per il Como! Trattenuta di Pape in area su Borghese e l’arbitro indica il dischetto. Pape viene espulso per doppia ammonizione.

    24’ - Pressione del Como, ma senza creare pericoli alla porta avversaria. Intanto si scalda Gabrielloni.

    18’ - Palo di Gentile, al termine di una mischia. Peccato!!!

    15’ - Bella azione del Como, palla da destra a sinistra di Fusi, Gentile serve Di Jenno che tenta la conclusione: esterno della rete.

    11’ - Ci prova Bovolon, conclusione rasoterra che termina a lato, alla sinistra di Martello.

    8’ - Punizione di Cicconi dal limite: barriera scavalcata, palla fuori.

    2’ - Espulso Cau dalla panchina per proteste.

    1’ - Partiti e gol del Villafranca! Incredibile al Sinigaglia!! Dopo 30 secondi, gran tiro di Fittà dal vertice destro dell’area, Bizzi superato!

    CRONACA PRIMO TEMPO

    COMO - Turno infrasettimanale in serie D: il Como affronta oggi il Villafranca al Sinigaglia alle 18.30, in posticipo dopo tutte le altre sfide del girone B: il Mantova ha battuto 2-0 il Caravaggio, vittorie anche per Caronnese e Pro Sesto. La squadra di mister Banchini è ancora in corsa per il titolo di campione d’inverno. Stasera mancheranno Celeghin squalificato e De Nuzzo infortunato, il Villafranca si presenta a Como dopo due vittorie consecutive contro Olginatese e Legnago. Arbitra Taricone di Perugia, cronaca web di Como-Villafranca su www.laprovinciadicomo.it.

    SERIE D/B - 15ª giornata

    Risultati: Ambrosiana-Virtus Bergamo 2-2, Ciserano-Scanzorosciate 2-2, Legnago-Darfo Boario 2-0, Mantova-Caravaggio 2-0, Olginatese-Caronnese 0-1, Pontisola-Seregno 0-1, Pro Sesto-Rezzato 1-0, Villa d’Almè-Sondrio 2-1, Como-Villafranca 3-1.

    Classifica: Mantova 38; Como 36; Caronnese 33; Pro Sesto 32; Rezzato 29; Virtus Bergamo 24; Villa d’Almè 23; Sondrio 20; Caravaggio 19; Seregno 18; Pontisola 17; Darfo Boario 16; Villafranca 14; Scanzorosciate, Ambrosiana e Legnago 13; Ciserano 10, Olginatese 2.

    Prossimo turno (16/12, ore 14.30): Ambrosiana-Olginatese, Caravaggio-Rezzato, Caronnese-Legnago, Darfo Boario-Pro Sesto, Scanzorosciate-Villa d’Almè, Seregno-Ciserano, Sondrio-Mantova, Villafranca Veronese-Pontisola, Virtus Bergamo-Como.

  • CantĂą, il calendario non aiuta ServirĂ  un guizzo qua e lĂ 
    Il cammino della San Bernardo sino al termine del girone d’andata.

    Servirebbe arrotondare il bottino da qui alla fine del girone d’andata, quantomeno per ritrovare in ambito sportivo quel quid minimo di tranquillità che si sta disperatamente cercando di rimediare in ambito societario. Il calendario, tuttavia, pur non potendosi definire completamente in salita, qualche asperità la propone lungo il tracciato. Diamo dunque un’occhiata agli impegni che attendono la San Bernardo da qui a metà gennaio, vale a dire i sei appuntamenti che separano Cantù dal valicamento dell’andata.

    Il viaggio inizia domenica a mezzogiorno al Palaleonessa di Brescia al cospetto di una Germani che ha molto di cui farsi perdonare dai propri tifosi e che attende i biancoverdi al varco per dar loro un ulteriore scossone. Il 23 match casalingo (alle 20.45, diretta Rai Sport) pressoché già segnato con Venezia, così come scontato a favore degli avversari si annuncia il derby di Natale a Masnago (alle 17, Eurosport2) con la rivelazione Varese. Dopodiché, la sfida casalinga del 30 dicembre (a mezzodì) contro Pistoia che potrebbe già assumere rilevanza capitale in ottica salvezza. Il 6 gennaio trasferta (alle 17.30) a Torino e, infine, sabato 12 alle 20.30 gara a Desio conto Sassari. Insomma, il profilo altimetrico delle tappe che attendono Cantù richiede di dover fare gran fatica.

    Classifica: Milano p.18; Venezia 14; Cremona, Varese, Avellino 12; Brindisi 10; Pesaro, Sassari, Bologna, Trieste 8; Pistoia, Brescia, Cantù, Torino, Reggio E. 6; Trento 4.

  • Coppa Europa, ride Molteni Va a punti nei due superG
    Prestazioni da incorniciare per il ventenne di Cabiate a St. Moritz

    Ecco l’acuto che si aspettava. Nicolò Molteni ha iniziato la sua avventura nella Coppa Europa, con un quindicesimo posto nel primo supergigante di St. Moritz e con il ventottesimo nel secondo.

    Il cabiatese (20 anni) ha così intascato, in entrambe le gare, i primi punti validi per la classifica del secondo circuito bianco, dopo la Coppa del Mondo entrando inoltre, per la prima volta in carriera, nella top quindici.

    Per il portacolori dell’Esercito è stata una giornata faticosa (due supergiganti nello spazio di poche ore, non sono da poco) ma decisamente felice. Il doppio risultato deve essere un punto di partenza, per iniziare la scalata verso l’olimpo dello sci alpino, nelle discipline veloci.